Notizie

 2° invito 

La scadenza per l’invio dei sommari è posticipata al 31/1/2022

I sommari devono essere caricati sul sito del Convegno al link

www.italian-concrete-conference.com

 

immagine-locandina

Il 2° invito elenca anche le quote di iscrizione

Per il pagamento può essere effettuato un bonifico all’aicap 

IBAN IT34 W030 6909 6061 0000 0122 854


ELEZIONI DEL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

Ai Soci

Si ricorda che, per le motivazioni sotto riportate, il termine per l’invio delle schede di votazione è protratto e saranno accettate tutte le schede che perverranno all’aicap entro il 

20 gennaio 2020 ore 10:00

A causa del disservizio postale, abbiamo saputo che molti Soci hanno ricevuto con grande ritardo il materiale per le votazioni o non lo hanno tuttora ricevuto. Altri plichi sono tornati al mittente immotivatamente. Abbiamo anche notizia di schede inviateci da molti giorni, ma non ancora pervenute in aicap. Per questo motivo il Consiglio Direttivo, riunitosi il 16 Dicembre, ha deliberato di protrarre il termine e di accettare tutte le schede che perverranno all’aicap (da parte di Soci in regola con la quota 2021) entro il 20 gennaio 2022 alle ore 10, fissate per l’inizio delle operazioni di scrutinio. Invitiamo nuovamente i Soci che non avessero ricevuto il materiale a contattare la Segreteria.


NUOVO COMMENTARIO alle Norme Tecniche per le Costruzioni – D.M. 17/1/2018 – con riferimento anche agli Eurocodici

E’ stata completata la stampa del Nuovo Commentario alle Norme Tecniche per le Costruzioni – D.M. 17/1/2018 – con riferimento anche agli Eurocodici ed il volume è ora disponibile per l’acquisto presso Pubblicemento/ AITEC dal sito www.aitecweb.com.

Come preannunciato, il volume verrà spedito in omaggio a Soci aicap in regola con la quota 2021.

copertina

 Il lavoro è stato predisposto dal Gruppo di redazione composto da:

Franco Angotti  (coordinatore), Stefano Aversa, Paolo Formichi, Antonello Gasperi, Piero  Marro, Franco Mola, Camillo Nuti, Marisa Pecce, Francesco Rendace.

Hanno collaborato alla stesura dei commenti: Alessandro Bergami, Gabriele Fiorentino e Davide Lavorato, per la parte relativa alla progettazione per azioni sismiche,  Luca de Sanctis e Rosa Maria Stefania Maiorano, per la parte geotecnica, Eliana Parcesepe per la parte costruzioni composte di acciaio-calcestruzzo. L’editing è a cura di Piero Persia.

Con la partecipazione di AGI – Associazione Geotecnica Italiana  e in collaborazione con FEDERBETON.

La nuova edizione del Commentario, con una nuova veste grafica, si è resa necessaria non solo per adeguarsi all’aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni emanate nel 2018 ma anche per rispondere alle incertezze che molti professionisti hanno incontrato nella loro ordinaria applicazione.

Essa, come la precedente edizione, si rivolge ai tecnici interessati all’uso delle NTC in qualità di progettisti, direttori dei lavori, collaudatori, direttori dei cantieri e va inteso fondamentalmente come un libero contributo della Commissione Strutture dell’AICAP, con la partecipazione dell’AGI per gli aspetti geotecnici, volto a favorire una corretta applicazione delle NTC ed in questo senso è aperto alle osservazioni degli utilizzatori anche in vista di successive edizioni.

Il Commentario è esteso a tutte le parti delle NTC di maggiore interesse nella realizzazione di nuove opere in calcestruzzo strutturale, includendo tra queste anche le costruzioni composte acciaio calcestruzzo. Sono trattati anche i capitoli legati alla progettazione geotecnica ed a quella in zona sismica, essendo inscindibili questi due aspetti da qualunque progetto strutturale.

L’impegno di molti degli autori di questo Commentario nel processo di aggiornamento degli Eurocodici, tutt’ora in atto, ha ampliato i confini dal semplice riferimento all’aggiornamento delle NTC 2018 alle tendenze consolidate in sede europea.

Concludono il volume 4 esempi numerici aggiornati alle NTC 2018.

Caratteristiche:  Formato 17×24 – Pagine 444 – Il prezzo di copertina è di  € 50,00


Archivio pubblicazioni aicap

 

L’aicap sta provvedendo alla digitalizzazione delle pubblicazioni esaurite.

I file delle pubblicazioni già disponibili sono caricate in questo sito nella sezione Pubblicazioni consultabili e riguardano:

Giornate del Precompresso – ANICAP, Roma 1954

Giornate del Precompresso – ANICAP, Venezia 1963

Giornate del Precompresso – ANICAP, Ravello 1965

Giornate del Precompresso – ANICAP, Santa Margherita 1967

Giornate del Precompresso – ANICAP, Palermo 1969

II° Corso aicap-Mac Mediterranea, Roma 1979

Giornate aicap ’81 – Ravenna

Seminario aicap – ISMES “Tecnica delle coazioni impresse”, Bergamo 1984

Seminario aicap “Precompressione Parziale”, L’Aquila 1984

Giornate aicap ’85 – Riva del Garda – Relazioni generali e su invito

Giornate aicap ’87 – Stresa – Relazioni generali, Relazioni su invito, Memorie

Seminario aicap “Calcestruzzi speciali”, L’Aquila 1988

Giornate aicap ’89 Napoli – Relazioni generali e su invito

Giornate aicap ’91 – Spoleto (in tre volumi)

Giornate aicap ’93 – Pisa

Giornate aicap ’95 – Pescara


AITEC

RIPARTE IIC L’INDUSTRIA ITALIANA DEL CEMENTO

 

Riparte IIC L’INDUSTRIA ITALIANA DEL CEMENTO, la rivista che racconta un materiale fondamentale per la vita sociale ed economica del Paese, che ha reso e rende possibili realizzazioni straordinariamente affidabili, durevoli, innovative e belle.

Protagonista del processo di modernizzazione dell’Italia nel Novecento, il cemento è stato raccontato da L’INDUSTRIA ITALIANA DEL CEMENTO sin dal 1929. Attraverso gli 854 numeri editi fino al 2010, è stato possibile “sfogliare” la storia delle costruzioni del nostro Paese.

L’edizione della ripartenza, che porta in copertina il numero 855, racconta cosa è successo nel decennio 2010-2020: le nuove sfide architettoniche, strutturali e tecnologiche affrontate con un successo da un materiale in continua evoluzione.

Per conoscere le modalità di abbonamento https://industriaitalianadelcemento.it 

«La rivista riparte con un racconto di tutto quello che ci siamo persi nei numeri mancanti: perché la rivista si è fermata, ma il cemento no – commenta Tullia Iori, Direttore Scientifico della rivista -. Assolutamente no. E ci accorgiamo, sfogliando, che è ancora il materiale più incredibile della storia dell’umanità: si può declinare in mille modi, asseconda le poetiche più liriche, ma anche i linguaggi architettonici più divertenti, è plasmabile in forme impossibili, dall’uomo e oggi anche dai robot, è strutturalmente insostituibile, è nel cuore degli artisti d’avanguardia».

Pur ricoprendo un ruolo centrale nella vita quotidiana, il cemento non sempre viene adeguatamente apprezzato. Molte sono le iniziative che il settore sta mettendo in campo per raccontarne le potenzialità.

«Con L’INDUSTRIA ITALIANA DEL CEMENTO vogliamo rivolgerci a un pubblico qualificato, attento agli aspetti progettuali, architettonici, estetici – aggiunge Roberto Callieri, Presidente di Federbeton -. Abbiamo scelto le opere più significative degli ultimi dieci anni per mostrare le potenzialità dei nostri materiali attraverso i risultati architettonici e strutturali raggiunti. La ripresa delle pubblicazioni della rivista è parte di un progetto di comunicazione più ampio che ha l’obiettivo di mostrare il cemento sotto una luce nuova, restituendogli la dignità che merita».


Dizionario Enciclopedico del Calcestruzzo: Seconda Edizione

 

La seconda edizione del libro Dizionario Enciclopedico del Calcestruzzo (DEC) di 295 pagine (con formato 20 x 30 cm) contiene diversi nuovi termini rispetto alla prima edizione: Blocchi di calcestruzzo, Diagnosi dell’ASR, Difetti delle casseforme, Grattacielo in calcestruzzo, MDF, Ponti termici, Smaltimento dell’amianto, Terrazza Mascagni, Vetro macinato ed altri ancora.

 

Il DEC è un’opera che si distingue da tutti gli altri libri del settore per l’impostazione di taglio enciclopedico che descrive sia termini di gergo come “lancista”, padroncini”, ecc., sia i termini complessi che richiedono un approccio rigorosamente scientifico ed olistico. Si può menzionare tra questi ultimi l’argomento indicato come “Fisica dell’acqua nel calcestruzzo”, dove sono raccolti vari aspetti del comportamento dell’acqua dentro il materiale che ha considerevoli ripercussioni pratiche sul comportamento del calcestruzzo: la distinzione tra adsorbimento e assorbimento d’acqua, la condensazione dell’acqua dentro i pori capillari ancorchè l’ambiente sia insaturo di vapore, la teoria della pressione idraulica per spiegare l’importanza della spaziatura delle microbolle d’aria inglobata per resistere alla formazione espansiva e distruttiva del ghiaccio.

 

Ci sono molti altri termini che sono trattati in forma di un capitolo omogeneo con varie voci ripetute singolarmente in ordine alfabetico in modo che il lettore da un voce parziale possa agevolmente entrare in una trattazione più completa ed organica. Si può menzionare tra questi argomenti il Restauro delle strutture degradate o le Famiglie di calcestruzzo.

 

Sono anche presenti nel DEC termini di carattere commerciale ma privi di spessore scientifico come il Cemento osmotico o il Calcestruzzo per le ostriche.

 

Di grande interesse sono le ricostruzioni storiche dei progressi quale quello che porta dalla Calce idraulica al Cemento Portland passando per i prodotti intermedi come il Cemento Romano, il Cemento di Frost, ecc.

 

Altrettanto importanti sono le biografie scientifiche di scienziati e tecnologhi del calcestruzzo quali, per esempio, Abrams, Lyse, Lavoisier, Le Chatelier, Neville, Malhotra, Pedeferri, Sersale, ecc.

 

Mario Collepardi, ACI Honorary Member e Socio Onorario aicap

P.S. La seconda edizione del libro DEC è disponibile nelle librerie al prezzo di 65 €. I soci  dell’AICAP possono ordinare il libro a info@encosrl.it al prezzo scontato di 55 € incluso il costo del trasporto per corriere espresso all’indirizzo postale che verrà precisato dal richiedente.


Conferenze telematiche organizzate da ENCO- Engineering Concrete, con il patrocinio di aicap


E’ possibile scaricare qui alcune delle memorie presentate in occasione delle Giornate aicap e Congresso CTE 2016 che si sono svolte a Roma, 27-28 Ottobre 2016.